Stampa

di Giacomo Mazzuoli

Scrivi all'autore


Quinto Fiorentino


Tomba della Mula, la cupola del tholos

A Quinto Fiorentino, in comune di Sesto Fiorentino nei pressi di Firenze, sono state scoperte due imponenti tombe a tholos etrusche di età orientalizzante (VII secolo a.C.). Sono state denominate tomba della Montagnola e della Mula. La Tomba della Montagnola presenta un tumulo imponente di circa 70 metri di diametro, originariamente delimitato da blocchi di alberese e impermeabilizzato con uno strato di argilla. Vi si accede attraverso un dromos scoperto che immette in un corridoio interno a pseudo-volta, ai cui lati si trovano due piccole celle rettangolari. Attraverso una stretta porta ad ogiva si entra nella camera principale, che è coperta da lastroni di pietra progressivamente aggettanti appoggiati ad uno zoccolo verticale alto circa 3 metri. La sommità è chiusa da una lastra quadrata sorretta da un pilastro che, comunque, non ha una effettiva funzione statica.  L'altra grande tholos della Tomba della Mula è priva di sostegno centrale e fu incorporata nella cinquecentesca villa Garbi Pecchioli per essere utilizzata come cantina. Differisce dalla Tomba della Montagnola per l'assenza dello zoccolo nella camera. Forse frutto delle stesse maestranze della precedente, rappresenta la più ampia cupola finora nota dell'architettura italica pre-romana.

Tomba della Mula, interno

Il dromos d'ingresso della Tomba della Montagnola

   
   
 
 
   
   
 
 
 
 
 
 
 

TORNA SU