Tomba Bartoccini
Scoperta nel 1959 e dedicata al Soprintendente dell'Etruria meridionale dell'epoca, questa tomba rappresenta meglio di ogni altra il concetto di tomba-casa che, assieme alla pianta piuttosto complessa, ne costituisce il motivo predominante. Tutti i vani della tomba - una camera sepolcrale sulla quale si aprono tre celle - hanno il soffitto a doppio spiovente, la pi riccamente decorata la camera principale sulla quale si aprono le tre porte che immettono nelle celle secondarie, poste ad un livello pi basso. Le pitture comprendono sia il tetto a doppio spiovente con il relativo columen che le pareti ed dominante il motivo a scacchi; sul frontone della parete di fondo rappresentata una scena di banchetto mentre su quello della parete d'ingresso sono raffigurati due ippocampi dipinti di rosso. Necropoli di Monterozzi. VI secolo a.C.

 

 



Canino Info Onlus - 2005