Tomba del Citaredo
La tomba fu scoperta nel 1863 in località Arcatelle ed è databile intorno al 480 A.C. Attualmente la sua ubicazione è sconosciuta, essendo stata reinterrata: destino riservato purtroppo a decine di tombe della necropoli di Monterozzi. La sua scoperta fu comunicata dal canonico Domenico Sensi, cui si deve la divulgazione di varie altre tombe della necropoli tarquiniese. Non senza difficoltà, dovute anche ai fratelli Bruschi proprietari del terreno, il pittore Gregorio Mariani poté realizzare dei lucidi dagli affreschi: tali disegni costituiscono oggi l'unica testimonianza superstite. Gli affreschi, in cui si avverte un evidente influsso attico, rappresentavano danzatori, musici, lottatori e il citaredo da cui la tomba prende il nome. Tutte le immagini sono tratte dai lucidi di Gregorio Mariani.

 

 



Canino Info Onlus - 2005