Le corse a vuoto di Ronciglione

Due volte l'anno, a Carnevale e in Agosto, si corre il Palio dei cavalli senza fantino.


   

Stampa

di Giacomo Mazzuoli

Clicca sull'immagine per corrispondere con l'autore



 
 

  Un momento delle corse senza fantino

Un momento delle corse senza fantino


Un momento delle corse senza fantino

Un momento delle corse senza fantino

Ronciglione è rimasto l'unico luogo al mondo dove sono organizzate corse di questo tipo, di indiscutibile pericolosità per i cavalli. Il Palio Della Manna si corre durante il carnevale in onore della famiglia Farnese, storicamente generosa con la popolazione. Il Palio di San Bartolomeo, in onore del Santo patrono del paese, si corre invece in agosto.
I nove rioni della città (Il Campanone, Fontana Grande, il Monumento, la Pace, San Severo, Montecavallo, Sant'Anna, Madonna di Loreto, Case Nove) presentano ciascuno due cavalli che si contendono il palio, rappresentato da un artistico stendardo dipinto da vari maestri di pittura, in due giorni di corse.
Il primo giorno i diciotto cavalli corrono in tre '"carriere" (batterie) da sei cavalli ciascuna, i primi due di ogni batteria e due sorteggiati tra i terzi classificati si sfideranno il secondo giorno nella batteria finale da otto cavalli.
Per quest'anno 2010 sono state imposte misure di sicurezza particolari quali il deposito di terra su tutto il percorso (che verrà ridotto) e l'addolcimento di alcune curve. Inoltre è previsto che le corse vengano svolte in una sola giornata, presumibilmente il martedì grasso.

Dal 2014 la manifestazione è stata annullata
 

La Corsa consiste nel lanciare, liberi, i cavalli opportunamente addestrati, che percorreranno al gran galoppo le vie del centro (circa 1000 metri) guidati unicamente dal loro istinto per superare le difficoltà naturali del percorso, un misto, fatto di asfalto e pavé.
La partenza viene data in Piazza del Monumento, dal Mossiere, che al momento opportuno, facendo cadere il canapo, tra le urla e gli incitamenti del pubblico, da il via ai cavalli trattenuti all'interno di box chiusi sul posteriore dai cosiddetti lascini, addetti delle scuderie che hanno il compito di lasciare uscire i cavalli alla mossa. Dopo il via, i cavalli, incitati dalla folla, passano sotto l'arco, attraversano Piazza della Nave, ed affrontano così il momento più delicato della corsa: una curva a gomito e in salita, denominata: "Curva del Gricio".
Ed è in questo punto che il più delle volte si decide la corsa; il gruppo dei cavalli si snoda poi lungo la ripida salita di Montecavallo, al termine della quale è situato il traguardo del Palazzaccio. Il momento finale e non meno emozionante è la cosi detta "ripresa" dei cavalli, che al traguardo vengono ripresi dai responsabili delle scuderie, che li abbracciano al collo, bloccandoli per ricondurli nelle loro stalle.

La Festa di S. Bartolomeo, in programma nel 2009 dal 24 al 25 agosto, si conclude con una solenne processione che vede il trasporto dell'antica macchina di S. Bartolomeo da parte di ben 60 conduttori in un difficile percorso cittadino.

Il Palio d'inverno è invece associato al Carnevale di Ronciglione, altra importante manifestazione cittadina di cui è possibile vedere il nostro servizio cliccando qui

 

Un momento delle corse senza fantino

Un momento delle corse senza fantino

  Il trasporto della macchina di San Bartolomeo

Il trasporto della macchina di San Bartolomeo


Il corteo storico durante il Carnevale ronciglionese
Il corteo storico durante il Carnevale ronciglionese
 

PROGRAMMA 2011

Sabato 05 marzo 2011
Corse a vuoto (Carriere di qualificazione)
Saltarello e sorprese in piazza

Domenica 06 marzo 2011
313° GRANDIOSO CORSO DI GALA

LUNEDI’ 07 MARZO 2011
NASI ROSSI (maschera tipica di Ronciglione) con rigatoni al pitale.

Martedì 08 marzo 2011
Corse a vuoto (Corse di cavalli senza fantino) Batteria di Consolazione – Finalissima e assegnazione del Palio alla Scuderie vincitrice.

 

TORNA SU