TI RICORDI QUEI GIORNI?

Breve biografia dell'attrice Elettra Croce-Cordiviola

 

Parte 4^ - Vai a Parte 1^- 2^- 3^

Stampa

di Mauro Ballerini

Clicca sull'immagine per corrispondere con l'autore


Tra gli scritturati della compagnia risulta inoltre comparire un attore veneto di nome Antonio Carani (Carani in arte, Curussani all’anagrafe, italianizzazione di Kursanovic di origine slava). È ancora una volta La gazzetta di Mondovì (22 giugno del 1918) a fornirci alcune interessanti annotazioni sul suo talento e sul suo passato artistico:

 

  Carani, ottimo elemento artistico, eccelle nelle parti di brillante, in modo singolare per una verve misurata ed efficace. Fu con Zago, e del teatro dialettale veneto risente ancora il suo accento; piccolo difetto di cui sarà però facile correggersi, e che d’altronde non guasta mai dando più finezza alle sue macchiette. Ma artista multiforme, sa adattarsi anche alle parti sentimentali e tragiche, dal che vogliamo trarre i migliori auspici nel tributargli la nostra parola di lode.”   

 

 


 Il cognome Carani che sembra di nuovo seguire un percorso tanto tortuoso si legherà da qui a poco in modo indissolubile a quello dei Croce: la ventunenne Ernestina (per tutti Tina) il 3 luglio 1918  si unisce in matrimonio al giovane attore della compagnia. E proprio nella cittadina di Mondovì. Ancora una volta in Piemonte. Da questo momento sarà nota, per tutti i decenni a venire, all’intero mondo teatrale, come Tina Croce-Carani, capocomica per anni di un’omonima compagnia.

 

Da Mondovì la compagna passerà, nel settembre, al teatro Vittoria di Novara. Il giorno 15 settembre, Elettra darà la sua beneficiata con La signora delle Camelie di A. Dumas. Il Corriere di Novara riporta (nel n° 73 del 14 settembre 1918) una notizia quanto mai curiosa: si annuncia la messa in scena de La Cena delle beffe di Sem Benelli con Elettra nei panni di Giannetto. Dunque Elettra si sarebbe prestata a vestire i panni di un uomo; a ricoprire un ruolo en travesti. Al pubblico novarese senza dubbio sarà apparsa come una scelta audace: nella provincia e soprattutto nelle compagnie minori era davvero insolito vedere donne in abiti maschili che recitavano ruoli en travesti. Tali sovvertimenti erano ammessi semmai nei grandi teatri urbani e nelle primarie compagnie, ma in provincia doveva apparire come una cosa davvero inaudita. Per noi oggi rappresenta il segno evidente, non solo della maestria artistica di Elettra, camaleontica e duttile, ma anche del suo spirito ribelle e anticonformista.

Il 28 settembre, il medesimo Corriere riporta la notizia della rappresentazione de Le due orfanelle, di d’Ennery, con Elettra nel ruolo della cieca. Il 5 ottobre annuncia l’imminente messa in scena di Romanticismo del Rovetta:

 

Romanticismo sarà recitato dalla Compagnia Sorelle Croce che da oltre un mese riporta al Vittoria un continuo successo: perciò il successo dello spettacolo sarà certamente grandissimo” (Corriere di Novara n° 79, 5 ottobre 1918)

 

Mancano ormai pochi giorni alla fine. La febbre alta, i tremori, l’astenia sono i segni inconfondibili del male spietato che si è impossessato di Elettra. Ella, ogni sera, ricompare in scena: sempre più fioca; sempre più triste. Ha ben chiaro che il suo destino di morte non cambierà al chiudersi del sipario. Dopo aver simulato infinite morti sulla scena, si sente ora impreparata ad affrontare la morte vera, quella che strappa dalla scena del mondo e degli affetti. Allo specchio vede ancora un volto giovane, troppo levigato per congelarsi nel freddo rigore della morte.


Immagina il dolore cupo di sua madre che, in pochi anni e contro ogni legge naturale, si è vista precedere, nel cammino verso le malefiche tenebre dell’Orco, dalle sue giovani figlie: Ester prima e ora Elettra. Presagisce il destino disperato di suo marito Luigi, nuovamente estraneo tra estranei. Ma soprattutto non trova pace nell’osservare la fanciullezza violata dei suoi due bambini, di nove e undici anni. Per loro solo buio.

Certamente prima di morire li avrà chiamati a sé. Li avrà fissati con i suoi occhi dolenti e malinconici. E se quegli occhi tristi da sempre sembravano custodire una sinistra premonizione, adesso, di colpo, non sono più enigmatici. Tutto è ormai drammaticamente chiaro.

Anche i bambini l’avranno guardata. Di sfuggita, però. L’avranno osservata andarsene senza capire: a quell’età il mai più è un concetto confuso e inafferrabile. Probabilmente da madre e attrice avrà pronunciato loro, con voce ormai evanescente e rotta, quelle usate parole che consolano i miseri: “non temete! Io sarò con voi… Anche domani. Per sempre… Anche se non mi vedrete, io ci sarò. Oreste! Onorato! Non sentitevi soli. Una madre non abbandona mai le proprie creature... Suvvia, ora tornate a giocare ché è tardi.” E mentre i due bambini scivolavano via da quella stanza in penombra, inconsapevoli stavano salutando definitivamente il tempo del gioco e della loro spensieratezza.    

 

Elettra è morta il 10-10-1918. La sua morte non risulta trascritta in nessun registro ufficiale. Senza dubbio però a morire non fu Elettra Croce.

È morta in ottobre: quel mese, tanto caro alla sua famiglia, divenne da ora in avanti il tempo del lutto, della vedovanza e della crudele condizione di orfani.

La sua prematura scomparsa non fu che il primo atto di una lunga serie di eventi che segnerà tragicamente l’intera storia dei Cordiviola. Il 2 luglio 1921, a soli 14 anni, e solo dopo tre anni dalla morte della madre, finì annegato nel lago di Como il giovane Onorato. Suo padre Luigi, dopo quest’ennesima sciagura, si gettò in un alcolismo tanto anestetizzante quanto distruttivo, che lo condurrà alla cancrena e all’amputazione di una gamba. Oreste… beh la storia di Oreste Cordiviola meriterebbe uno spazio a sé, essendo una storia d’arte, d’amore e di follia.

 

TRIA NOMINA

 

Elettra Bonvini. Elettra Croce. Elettra Cordiviola.

Tre nomi per tre identità? Oppure un’unica identità con tre nomi? Quale delle tre Elettre scegliere? Quale prediligere?

Sì, perché in essa vive un mistero per il quale ciascuna Elettra fu tanto grande quanto tre Elettre insieme e due non furono maggiori di una sola. Ciascuna Elettra fu in ciascuna delle altre, tutte furono in ciascuna, ciascuna in tutte e tutte formarono una persona sola,  senza però confusione né sovrapposizione.

La Bonvini fu la figlia. La Croce l’attrice. La Cordiviola fu la moglie e la madre. Eppure anche la Croce fu figlia, figlia degli stessi genitori della Bonvini, così come la Cordiviola fu attrice nei medesimi teatri in cui si trovò a recitare la Croce. Tutte e tre “figlie d’arte”; ciascuna delle tre “figlia di nessuno”. Groviglio inestricabile di cognomi: Bonvini le venne assegnato senza che le spettasse; Croce le fu negato nonostante ne avesse diritto; Cordiviola lo assunse da chi a sua volta lo portava illecitamente.

Noi vogliamo ricordarla come Elettra Croce: quella che proprio come il Logos divino pur vivente, è la non-nata e la mai-morta. Proprio come l’arte. Proprio come le creazioni eterne di Talia e Melpomene.

 


 

ALLEGATO 1: FORMAZIONE DI COMPAGNIE

 

Drammatica Compagnia Sociale, diretta dall’artista Egisto Paoli

A.C. 1885/86

Attrici:Adalgisa Bonvini-Croce; Erminia Mader-Paoli; Carlotta Giardi; Luigia Parenti; Zaira Giardi; Elvira Pacini; Carlotta De Carli

Attori:Luigi Servolini;Onorato Croce; Cristoforo Giardi; Egisto Paoli; Vittorio Giardi; Enrico Pasquali; Alcide Pacini; Egisto Targioni; Armando Rindi

Carattere dello Stenterello: Egisto Paoli (Allievo del celebre artista Landini fu Raffaello)

Direttore:Egisto Paoli

Segretario: Alcide Pacini

 

Drammatica Compagnia “Pietro Cossa”, condotta e diretta dall’attore Salvatore Dreoni

A.C. 1887/1888

Attrici: Lelia Seghezza; Adalgisa Croce; Colomba Seghezza; Elisa Dreoni; Angiola Ferraris; Eugenia Dreoni; Jenny Salvatelli; Clotilde Dreoni

Attori: Salvatore Dreoni; Onoralo Croce; Carlo Dreoni; Carlo Ferraris; Vincenzo Dreoni; Oscar Santini; Anchise Cantini; Enrico Dreoni; Antonio Fanti

Parti ingenue: Jole e Delia Dreoni

 

Drammatica Compagnia Sociale, condotta da Onorato Croce

A.C. 1889/90

Attrici: Adalgisa Bonvini-Croce; Albina Bisi; Annita Olivieri; Adele Tassani-Poletti; Emma Bisi

Attori:Onorato Croce; Sante Olivieri; Alfredo Senarica Martini; Adolfo Bisi; Domenico Poletti; Michele Rossi; Arduino Bonfanti

Parti ingenue: Norma Poletti, Elettra Croce

Direttore: Onorato Croce

Segretario: Sante Olivieri

Rammentatore: Domenico Poletti

 

Drammatica Compagnia Giuseppe Angeloni

A.C. 1890/91

Attrici: Italia Bongini Angeloni; Nunziata Danielli; Virginia Bommartini; Concetta Ficarra; Dina Artioli; Adalgisa Croce; Carolina Ficarra; Emma Fontana; Estella Bastianelli; Teresa Bongini; Zaira Bastianelli; Cecilia Bommartini

Attori: Giuseppe Angeloni; Giovanni Danielli; Raffaello Bongini; Luigi Ficarra; Onorato Croce; Eolo Bastianelli; Giulio Conti; Giovanni Benedetti; Giacomo Crivellaro; Lorenzo Marelli; Giuseppe Caminotto; Antonio Santoni

Parti ingenue: Neademia Bongini; Pierino Ficarra

 

Drammatica Compagnia Onorato Croce

A.C. 1894/95

Attrici: Adalgisa Bonvini-Croce

Attori: Onorato Croce; Farnesi; Cavagnoli; Sante Olivieri

 

Drammatica Compagnia Zaggia-Croce

A.C. 1895/96

Attrici: Adalgisa Bonvini-Croce; Clara Parmiani-Zaggia; Adele (?) Poletti; Norma Poletti(?); Albina Bisi (?); Emma Bisi (?)

Attori: Onorato Croce; Achille Zaggia; Adolfo (?) Bisi; Domenico (?) Poletti

 

Drammatica Compagnia Onorato Croce

A.C. 1897/98

Attrici: Adalgisa Bonvini-Croce; Bianca Gastaldi; Elettra Croce

Attori: Onorato Croce; Gastaldi; Turini

 

Drammatica Compagnia Fratelli Croce, diretta da Attila Ricci

A.C. 1911/12

Attrici:Elettra Croce-Cordiviola; Adalgisa Bonvini; Cesarina Croce; Ester Croce; Ernestina Croce; Nelly Croce

Attori:Fernando Corti; Attila Ricci; Oreste Corti; Leopoldo Zanchi; Luigi Cordiviola; Atttilio Bonino; Amilcare Scalaffa; Eligio Croce; Filippo Bonusso

Parte ingenua: Iolanda Croce

Segretario: Luigi Cordiviola

 

Drammatica Compagnia Italiana, condotta da Lino Pittore e diretta dall’artista  Cav. Alessandro Marchetti

A.C. 1913/14

Attrici: Elettra Cordiviola; Bice Marchetti; Ada Piccini; Argia Dini; Ernestina Croce; Adalgisa Rossetti; Ebe Marini

Attori: Cav. Alessandro Marchetti; Alfredo Dini; Lino Pittore; Umberto Marchetti; Edoardo Mazzucchelli; Luigi Cordiviola; Italo Salvini; Luigi Marini; Giovanni Flaviis; Romeo Rosetti

 

Drammatica Compagnia Croce-Cordiviola

A.C. 1915/16

Attrici: Elettra Cordiviola; Cesarina Croce; Ernestina Croce; Adalgisa Bonvini; Tersa Vincenzi-Bertazzoli; Ada Senarica-Martini; Nelly Bonvini; Jolanda Croce

Attori: Achille Piacentini; Pietro Senarica-Martini; Luigi Cordiviola; Luigi Bertazzoli; Ettore Bertazzoli; Eligio Croce; Giuseppe Comuzio; Onorato Cordiviola

 

Drammatica Compagnia di prosa e canto Sorelle Croce

A.C. 1916/17

Attrici: Elettra Cordiviola; Cesarina Croce; Ernestina Croce; Adalgisa Bonvini; Nelly Bonvini; Jolanda Croce

Attori: Enrico Bolaffi; Sivieri; Italo Marchetti; Luigi Cordiviola

 

Drammatica Compagnia di prosa e canto Sorelle Croce

A.C. 1917/18

Attrici: Elettra Cordiviola; Cesarina Croce; Ernestina Croce; Adalgisa Bonvini; Nelly Bonvini; Jolanda Croce

Attori: Enrico Bolaffi; Luigi Cordiviola

 

Drammatica Compagnia Sorelle Croce, diretta da Italo Marchetti

A.C. 1918/19

Attrici: Elettra Croce; Cesarina Croce; Adalgisa Bonvini; Irma Mariani; Nelly Croce; Maria Farinelli; Iolanda Croce; Ivanoe Marchetti

Attori: Luigi Farinelli; Antonio Carani; Italo Marchetti; Armando Mariani; Ferruccio Marchetti; Giuseppe Noè; Luigi Carani; Oreste Cordiviola


 

ALLEGATO 2: MOVIMENTI DI COMPAGNIE

NB1: si ricorda che gli “anni comici” (A.C.) avevano una durata diversa rispetto all’anno calendariale: iniziavano nel marzo e terminavano nel febbraio dell’anno successivo.

NB2: tra parentesi, accanto al nome della “piazza” occupata, ho inserito la provincia di appartenenza e, quando lo conosco, il nome del teatro in cui la compagnia recitava 

 

A.C. 1885/86 (Compagnia Drammatica Martini-Croce)

dicembre: Castagnole Monferrato (Asti)

 

A.C. 1886/87 (Compagnia Drammatica Egisto Paoli)

novembre: Sinalunga (Siena)

 

A.C. 1889/90 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo: Valle Inferiore di Mosso (Biella)

giugno-luglio: Cossato (Biella)

agosto-settembre: Biella

2° metà settembre-ottobre: Sordevolo (Biella)

 

A.C. 1891/92 (Compagnia Drammatica Serrutini Carlo Alberto)

maggio: Fara novarese (Novara)

 

A.C. 1892/93 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo: Rivolta d’Adda (Cremona)

giugno: Caprino (Verona)

 

A.C. 1893/94 (Compagnia Drammatica Croce-Bencini)

settembre: Trigesimo nel Friuli (Udine)

gennaio-febbraio 1894: Gatteo (Forlì-Cesena)

 

A.C. 1894/95 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

luglio: Langhirano (Parma)

agosto: Collecchio (Parma)

 

A.C. 1895/96 (Compagnia Drammatica Zaggia-Croce)

agosto: Castelfranco Emilia (Modena) (Arena Morandi)

gennaio-febbraio 1896: San Giorgio di Piano (Bologna)

 

A.C. 1896/97 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

dicembre: Consandolo (Ferrara)

 

A.C. 1897/98 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

maggio: Lodi

giugno: Stradella (Pavia)

2° metà giugno-dicembre: Langhirano (Parma)

 

A.C. 1898/99 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

febbraio: Roccabianca (Parma)

marzo-aprile: Reggio Emilia;

maggio-luglio: Fellino (Parma)

agosto-1° metà settembre: Fornovo Taro (Parma)

2°metà settembre: Castel Guelfo (Bologna)

ottobre-dicembre: Fontevivo (Parma)

2° metà dicembre-febbraio 1899: Boretto (Reggio Emilia)

 

A.C. 1899/1900 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo-agosto: Boretto (Reggio Emilia)

settembre-ottobre: Campitello (Trento)

novembre-dicembre: Moglia di Gonzaga (Mantova)

gennaio-febbraio 1900: Roverbella (Mantova)

 

A.C. 1900/01 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

aprile-1°metà maggio: Valeggio sul Mincio (Verona)

2° metà maggio-1° metà agosto: Cavriana (Mantova)

2° metà agosto-1° metà ottobre: Pozzolengo (Brescia)

2° metà ottobre-1° metà novembre: Gavardo (Brescia)

2° metà novembre: Gardone Val Trompia (Brescia)

dicembre: Pisogne (Brescia)

 

A.C. 1901/02 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo: Albino (Bergamo)

aprile- 1° metà giugno: Trezzo d’Adda (Milano)

2° metà giugno-dicembre: Cassano d’Adda (Milano)

gennaio-febbraio 1902: Cinisello (Milano)

 

A.C. 1902/03 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo-maggio: Abbiategrasso (Milano)

luglio-agosto: Iselle (?)

ottobre-novembre: Trezzo d’Adda (Milano)

dicembre 1902-febbraio 1903: Fara d’Adda (Bergamo)

 

A.C. 1903/04 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo-aprile: Fara d’Adda (Bergamo)

NB: da 2° metà aprile fino a tutto giugno non risulta più la compagnia;

luglio-ottobre: Sordevolo (Biella)

novembre-febbraio 1904: Masserano (Biella)

 

A.C. 1904/05 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo-giugno: Romagnano Sesia (Novara)

luglio-novembre: Coggiola (Biella)

dicembre 1904-gennaio 1905: Valle Inferiore Mosso (Biella)

 

A.C. 1905/06 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

febbraio-marzo: Alzano Maggiore (Bergamo)

aprile-giugno: Abbiategrasso (Milano)

luglio-settembre: Motta Visconti (Milano)

ottobre: Casorate Primo (Pavia)

novembre: Rovescala (Pavia)

dicembre-febbraio: Volpedo (Alessandria)

 

A.C. 1906/07 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo-1° metà aprile: Volpedo (Alessandria)

2° metà aprile-maggio: Canelli (Asti)

giugno-agosto: Castagnole Lanze (Asti)

settembre-1° metà ottobre: La Morra (Cuneo)

2° metà ottobre-novembre: Cherasco (Cuneo)

dicembre-febbraio 1907: Borgo S. Dalmazzo (Cuneo)

 

A.C. 1907/08 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo-maggio: Caraglio (Cuneo)

2° metà maggio-luglio: Busca (Cuneo)

agosto-ottobre: Boves (Cuneo)

novembre-dicembre: Canale (Cuneo)

gennaio-febbraio 1908: Poirino (Torino)

 

A.C. 1908/09 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

1° metà marzo: Poirino (Torino)

2° metà marzo: Chieri (Torino)

aprile-maggio: Vigone (Torino)

giugno-luglio: Castagnole Lanze (Asti) 

agosto: Bra (Cuneo)

settembre: Asti (Arena popolare)

ottobre-gennaio 1909: Andorno (Biella)

 

A.C. 1909/10 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

febbraio-marzo: S. Salvatore Monferrato (Alessandria)

aprile-maggio: Bassignana (Alessandria)

giugno-1° metà agosto: Sale (Alessandria)

2° metà agosto-1° metà novembre: Pontestura (Alessandria)

2° metà novembre-febbraio 1910: Vignale Monferrato (Alessandria)

 

A.C. 1910/11 (Compagnia Drammatica Croce Onorato)

marzo: Castagnole Monferrato (Alessandria)

1° metà aprile: Refrancore (Asti)

2° metà aprile-giugno: S. Damiano d’Asti (Asti)

luglio-1° metà settembre: Ronco Scrivia (Genova)

2° metà settembre-1° metà novembre: Canale (Cuneo)

2° metà novembre 1910-gennaio 1911: Cavallermaggiore (Cuneo)

 

A.C. 1911/12 (Compagnia Drammatica Fratelli Croce)

marzo-aprile: Bordighera (Imperia)

maggio-giugno: Volterra (Pisa) (Arena Viti)

luglio-agosto: Poggibonsi (Siena)

settembre-1° metà ottobre: Casciana (Pisa)

2° metà ottobre-1° metà  novembre: Montecarlo (Lucca)

2° metà novembre: San Salvatore (Lucca)

dicembre 1911-1° metà gennaio 1912: Pontremoli (Massa-Carrara)

2° metà gennaio-febbraio: Noceto (Parma)

 

A.C. 1912/13 (Compagnia Drammatica Fratelli Croce)

marzo: Noceto (Parma)

aprile: Colorno (Parma)

maggio: Morbegno (Sondrio) (Teatro Sociale)

giugno-luglio: Tirano (Sondrio)

agosto: Corbetta (Milano)

1° metà settembre: Volterra (Pisa)  

2° metà settembre-novembre: Soragna (Parma)

dicembre 1912-febbraio 1913: Langhirano (Parma)

NB: la compagnia “Fratelli Croce” risulterà stanziata a Langhirano fino al febbraio 1915

 

A.C. 1913/14 (Compagnia Drammatica Lino Pittore)

marzo: Fossombrone (Pesaro-Urbino)

1° metà aprile: Recanati (Macerata)

2° metà aprile-maggio: Cingoli (Macerata)

1° metà giugno: Treia (Macerata)

2° metà giugno-agosto: Massa Marittima (Grosseto)

settembre- 1° metà ottobre: Pitigliano (Grosseto) (Teatro Salvini) 

2° metà ottobre- 1° metà dicembre: Santa Croce sull’Arno (Pisa) 

2° metà dicembre 1913-1° metà gennaio 1914: Fucecchio (Firenze)

2° metà gennaio 1914: Città di Castello (Perugia)

Febbraio 1914: Cortona (Arezzo)

 

A.C. 1914/15 (Compagnia Drammatica Croce-Cordiviola)

novembre: Tuscania (Viterbo)

gennaio-febbraio 1915: Caldarola (Macerata)

 

A.C. 1915/16 (Compagnia Drammatica Croce-Cordiviola)

marzo: Marsciano (Perugia)

aprile: Assisi (Perugia)

maggio-1° metà giugno: Gubbio (Perugia)

2° metà giugno: Terni  

1° metà luglio: Livorno

2° metà luglio-agosto: Cecina (Livorno)

settembre: Follonica (Grosseto) (Salone Forti e Liberi)

ottobre-novembre: Assisi (Perugia)

dicembre: Livorno (teatro Margherita)

gennaio-febbraio 1916: Piombino (Livorno)

 

A.C. 1916/17 (Compagnia di Prosa e Canto Sorelle Croce)

ottobre-13 novembre: Ovada (Alessandria)

15-23 novembre: Acqui Terme (Alessandria)

25 novembre-gennaio 1917: Ovada (Alessandria) 

 

A.C. 1917/18 (Compagnia di Prosa e Canto Sorelle Croce)

febbraio: Nizza Monferrato (Asti)

aprile-maggio: Alba (Cuneo) (Politeama)

fine maggio: Acqui Terme (Alessandria)

giugno: Mondovì (Cuneo) (Teatro Trianon)

 

A.C. 1918/19 (Compagnia Drammatica Sorelle Croce)

febbraio: Ovada (Alessandria)

marzo: Canelli (Asti)

aprile: Alessandria (cine-teatro centrale)

maggio: Omegna

giugno-settembre: Mondovì (Cuneo) (Teatro Sociale)

settembre-novembre: Novara (Teatro Vittoria)

dicembre-gennaio 1919: Pinerolo (Torino) (Teatro Sociale)

 

 



 


 

 

   

 


   
   
 

 

 

TORNA SU