ACQUISTA I NOSTRI

 PRODOTTI MULTIMEDIALI

 

INDICE PRINCIPALE

Stampa

di Giacomo Mazzuoli

Clicca sull'immagine per corrispondere con l'autore

Eroi e miti greci nella ceramica etrusca

I Satiri


 




Satiro accompagna una donna. Skiphos attico a figure rosse. Da Chiusi, 430 a.C. Berlin, Antikenmuseen

Satiro con lancia e scudo. Anfora attica a figure rosse. 510 a.C. Berlin, Antikenmuseen

Satiri e Menadi che danzano. Kantharos attico a figure rosse. 520 a.C. Museum of Fine Arts, Boston

Il Satiro è una figura mitica maschile, compagna di Pan e Dioniso, che abita boschi e montagne. È la personificazione della fertilità e della forza vitale della natura, connessa con il culto dionisiaco.
I satiri sono generalmente raffigurati come esseri umani barbuti con caratteristiche animali, come le corna, la coda e le zampe di capra. Il loro aspetto perse gradualmente, con il passare del tempo, qualche attributo animale. Vengono rappresentati come esseri lascivi, spesso dediti al vino, a danzare con le ninfe ed a suonare il flauto. Talvolta hanno un vistoso fallo in erezione. Il loro principale esponente era Sileno, una divinità minore associata alla fertilità. I satiri vengono associati soprattutto ai riti dionisiaci. Vengono raffigurati come esseri molto vicini al dio, capaci di far baldoria, in quelle feste dedicate a Dioniso che si trasformavano in sfrenate orge.
Alcune leggende persiane narrano invece che i satiri erano capaci solo a suonare il flauto. Uno di essi, un giorno, cosciente di essere capace di fare una musica "divina", sfidò Apollo, il quale, gli promise di farlo salire con se sull'Olimpo, in caso la sua musica fosse stata migliore della sua, in caso di sconfitta, però, l'avrebbe scuoiato vivo, appendendone la pelle nella caverna che abitava. Così avvenne infatti, il satiro perse il duello con Apollo, il quale rispetto la promessa fatta, e lo scuoiò, alla presenza delle ninfe che erano accorse per decretare il vincitore. In seguito la sua pelle venne appesa nella grotta, e venerata, dai pellegrini che passavano dalla città Persiana.


 

Satiri danzanti. Kylix attica a figure rosse. 480 a.C. Museum of Fine Arts, Boston




Satiro che suona il flauto e Menade. Kylis attica a figure rosse. 480 a.C. Museum of Fine Arts, Boston

Ninfa che dorme sta per essere attaccata da due satiri. Kylix attica a figure rosse. 490 a.C. Museum of Fine Arts, Boston

 

TORNA SU