HOME VULCI

La Necropoli di Cavalupo

Clicca per ingrandire l'immagine

Necropoli di Cavalupo. Scavi compiuti dall’archeologo Francesco Marcelliani tra il 1879 ed il 1883. (da Messerschmidt 1930)

  Usciti dal Castello dell’Abbadia si prende la provinciale in direzione di tuscia, dopo poche decine di metri si gira a destra immettendosi su una strada bianca. Dopo qualche centinaio di metri appare un bosco la cui ampiezza si estende fino allo strapiombo che si getta sulla riva sinistra del Fiora: lì si trova la necropoli di Cavalupo.
  Questa è il primo di tre consistenti nuclei cimiteriali (gli altri sono Ponte Rotto e poi la Polledrara) che si succedono nell'ordine da Nord a Sud nel versante Orientale della città.   La necropoli di Cavalupo si trova all'interno di un fitto bosco, addentrandosi nel quale si possono vedere una serie impressionante di tombe che si aprono nel terreno ma anche all'interno dei rilievi rocciosi.
  L’area non è attrezzata per la visita ed è oggettivamente pericoloso addentrarvisi, un’eventuale escursione deve essere effettuata insieme a personale esperto.
 

INDIETRO   AVANTI


TORNA SU