Il Cortile e la Scala Regia

ACQUISTA IL CD DEL PALAZZO FARNESE DI CAPRAROLA. UNA VISITA VIRTUALE CON DECINE DI IMMAGINI AD ALTA RISOLUZIONE E FILMATI. CLICCA QUI

di Giacomo Mazzuoli

Clicca sull'immagine per corrispondere con l'autore




Il Porticato del cortile


La volta circolare del Cortile
   

La loggia del piano nobile ed il porticato


Dalla porta di fronte a quella di ingresso si accede al Cortile, di probabile concezione vignolesca e che costituisce il punto di raccordo circolare dei cinque lati del pentagono progettato dal Sangallo. La pavimentazione in cotto e nella parte centrale c' il mascherone che convoglia l'acqua piovana nel cosiddetto "bicchierone" posto al centro dei sotterranei. Tutto il perimetro del cortile costituito da un porticato su cui si aprono gli ingressi delle stanze poste al piano dei Prelati; la volta del porticato affrescata con una decorazione con finti pergolati, uccelli, verdure e fiori e sulle pareti c' una vasta galleria di stemmi delle famiglie nobili legate ai Farnese da vincoli di parentela o da legami politici e militari.

Dalla sinistra della Sala della Guardia si accede alla Scala Regia, uno degli elementi architettonici pi interessanti e spettacolari dell'intero palazzo e sicuramente il luogo in cui il Vignola ha caratterizzato il suo estro espressivo.Si tratta di una scala elicoidale a "lumaca" che si snoda in forma elicoidale dai sotterranei fino al loggiato del piano nobile ed sovrastata da una grande cupola nel centro della quale rappresentato lo stemma Farnese con i sei gigli azzurri in campo oro. La scala in peperino, tipico materiale di origine vulcanica del viterbese, dotata di un robusto parapetto balaustrato e presenta trenta colonne doriche con i gigli farnesiani che si inseguono al di sopra dei capitelli. Gli affreschi, con grottesche, allegorie ed arabeschi, sono attribuiti ad Antonio Tempesta.



La scala Regia


La cupola affrescata
   

Le scale e le colonne

Veduta dal basson>
Veduta dal basso
   

Torna su


Tutto il complesso architettonico, il Palazzo con i Giardini ed il Parco, sono di propriet dello Stato Italiano che ne cura il restauro, la manutenzione e la fruizione da parte del pubblico attraverso la Soprintendenza per i Beni Ambientali ed Architettonici del Lazio.
L'orario delle visite dalle 9 alle 16 -  Tel. 0761/646052.